RECITAL

Parte I

LE AMERICHE DEL NOVECENTO

Frammenti di un’epoca :

L’America Meridionale fra colto e popolare

HEITOR VILLA-LOBOS-Alma Brasileira, Choros n.5

ELIZABETH BOSSERO- Obsecion

CARRENO HILDA MARIA TERESA- Valsa de la Teresita

Pianoforte:ALESSANDRA GAROSI

Parte II

TERESA

ELEGIA voce recitante-pianoforte

“Teresa” è un’elegia musical-narrativa in cui si immagina che Teresa Wilms Montt, chiusa nella sua stanza dell’Hotel Montaigne di Parigi, ripercorra nel ricordo, a voce alta e ogni tanto recitando propri brani poetici e narrativi, la propria vita errabonda di donna coraggiosa, di scrittrice profonda e geniale, di ribelle e di rivoluzionaria, di moglie delusa e di amante appassionata, di femminista precoce e di madre ferita.

E’ ancor giovane, ma è convinta che la vita le abbia dato ormai tutto, la gioia e il dolore, la creatività poetica e la delusione materna, l’amore e la solitudine, la musica e il pianto.

Teresa, la cui storia è intensa e passionale, ha in sé la musica che naturalmente esce dalle sue poesie. Teresa è il bel canto e i ritmi sudamericani, il Cile popolare e il romanticismo decadente, è l’amore per la vita e il coraggio di viverla, anche nella morte.

Musiche di Heitor Villa Lobos, Ernest Nazareth, Elizabeth Bossero,

musica popolare cilena, secondo elaborazioni di Alessandra Garosi

Testo di STEFANO BECCASTRINI

Voce recitante:LORELLA SERNI

Pianoforte:ALESSANDRA GAROSI

CHI E’ STATA TERESA WILMS MONTT

Nata nel 1893 a Vina del Mar (Cile), Teresa Wilms Montt

è stata una delle più grandi scrittrici del Novecento latinoamericano.

Fin dall’adolescenza fu innamorata della vita, dell’amore, della poesia e della musica: ribelle, femminista, impegnata nel movimento anarchico e socialista, viaggiò il mondo (Buenos Aires, New York, Madrid, Parigi) dopo esser fuggita dal Cile, ove la famiglia di suo marito l’aveva fatta rinchiudere in convento.

Ovunque si recò, attirò su di sé passione e ammirazione, segnando con la sua elegante e fascinosa presenza gli ambienti culturali- sia sudamericani che europei – che andavano aprendosi all’avanguardia letteraria e politica.

Le pesò molto la lontananza forzata dalle due amatissime figlie.

Le reincontrò fugacemente, dopo molti anni di distacco, a Parigi nel 1920. Fu l’ultima volta: da allora, la gran voglia di vivere, di amare, di scrivere di Teresa si spense.

Ella si recluse volontariamente in una stanza dell’Hotel Montaigne,

ove alfine decise di uccidersi, con una forte dose di veronal.

Morì dopo esser stata inutilmente ricoverata all’Ospedale Laennec:

era la vigilia di Natale del 1921.

E’ sepolta nel cimitero parigino di Pére Lachaise.

La tua canzone si leva con monotona cadenza, o vita,

ed essa esalta il mio desiderio di morte.

Il silenzio estende il suo cristallo opaco dentro l’anima,

ove giace una passione ormai spenta…”

Teresa Wilms Montt

Lorella Serni, attrice, e Alessandra Garosi, pianista,

si incontrano per dare vita a letture musicate, un genere di spettacolo inusuale, dove il testo e la musica interagiscono e si intrecciano, sino a raggiungere un’unica espressione.

Nate da esperienze classiche (Lorella Serni con Bottega Teatrale Vittorio Gassman

e Alessandra Garosi col Conservatorio “Luigi Cherubini” e Bloomington University,

Paolo Rio Nardi e Georgy Sebok), hanno sempre affrontato la vita di spettacolo con curiosità, cimentandosi in vicende artistiche non sempre canoniche.

All’interesse di Lorella per la musica e lo studio mai della recitazione come fusione del verbo con il ritmo, Alessandra ha risposto con l’amore indiscusso per la poesia e la recitazione.

Da questo incontro è nata una magia che non è dettata solo dallo spessore professionale delle artiste, ma anche dall’ antico desiderio di far parte l’una della disciplina dell’altra.

I loro recital spaziano dalla Divina Commedia a testi di opere di poesia e drammaturgia contemporanea.

Stefano Beccastrini, medico-pedagogista, ha sempre accompagnato la propria carriera professionale, umanisticamente e con successo professata, con la passione per la comunicazione, la scrittura e le arti dello spettacolo (è autore di molti libri di storia del cinema e di teoria e tecnica della comunicazione nonchè di vari testi teatrali e teatral-musicali).

Appositamente, e amorevolmente, per Alessandra e Lorella, Stefano Beccastrini, buon conoscitore del Cile e della sua cultura, ha scritto questo oratorio laico dedicato alla poetessa cilena Teresa Wils Montt.

Esso è risultato, alfine, perfettamente in sintonia con la cifra stilistica del lavoro che le due artiste hanno forgiato nel tempo.

DUO SERNI/GAROSI

Spettacoli attualmente in programma:

DANTE ALIGHIERI

INFERNO

Musiche di Leonardo da Vinci, Alfredo Casella e Alessandra Garosi

L’OTTOCENTO

Testo di Giacomo Fanfani tratto da poesie e racconti del sec.XIX

Musiche di Bartòk, Debussy, Prokofiev, Stravinsky

RICCARDO RICCARDI: “L’uomo delle isole”

Testo e musiche di Riccardo Riccardi.

TERESA

Testo di Stefano Beccastrini

Musiche di Villa-Lobos, Bossero, Nazareth

per informazioni sul RECITAL scrivere ad ALESSANDRA GAROSI – a.garosi@inwind.it

Annunci